La Squadra Amministrativa della Questura di Biella ha sequestrato due apparecchi da intrattenimento non conformi alla vigente normativa e prive del collegamento obbligatorio alla rete telematica del Concessionario autorizzato dall’Agenzia Dogane e Monopoli.

Al titolare e all’installatore, oltre al sequestro amministrativo degli apparecchi, è stata contestata la violazione prevista dall’articolo 110 che prevede la sanzione amministrativa pecuniaria da 5.000 a 50.000 (euro) per ciascun apparecchio e la sanzione accessoria della chiusura dell’esercizio da 30 a 60 giorni nei confronti di chiunque “produce, distribuisce o installa o comunque mette a disposizione, in luoghi pubblici o aperti al pubblico in circoli o associazioni di qualunque specie”, apparecchi che non rispondano alle caratteristiche previste.