Il tema delle normative sul gioco degli Enti Locali è stato uno dei temi trattati oggi dal Consiglio di Stato. La Quinta Sezione è stata chiamata ad esprimersi sul ricorso presentato da un esercente contro le fasce orarie adottate dal Comune di Bologna. Billions Italia ha infatti impugnato l’ordinanza con cui il Tar Emilia Romagna ha negato la sospensiva.

L’avv.Marco Ripamonti, anche a nome degli avvocati Lepore, così commenta: “Il Consiglio di Stato non ha sospeso, ma rispetto all’ordinanza impugnata del Tar Bologna non c’è una valutazione di infondatezza del merito del ricorso. Anzi, il CdS ha riservato maggiori approfondimenti riguardo al merito, decidendo di non sospendere in via cautelare soltanto per non avere ravvisato il periculum, dato che la sala giochi è comunque aperta ed il danno è in ogni caso suscettibile di risarcimento. Nulla quanto al merito, quindi, ma anzi maggiori valutazioni preannunciate. Ciò ci lascia ragionevolmente fiduciosi sul merito stesso, anche perché abbiamo portato argomenti ulteriori, ed a nostro avviso importanti, emersi dalle vicende più recenti”.