Oggi, 15 ottobre, potrebbe essere un data importante per gli operatori dell’automatico da intrattenimento, ovvero tutti gli apparecchi senza vincita in denaro che, per legge, dovranno essere omologati prima di poter funzionare. Secondo indiscrezioni ci sarebbe l’intenzione, da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, di far partire da oggi la possibilità di presentare istanza per la verifica tecnica dei nuovi apparecchi.

Peccato che, a quanto risulta, sempre secondo le stesse fonti, della stessa opinione non sarebbero a Sogei, ovvero la società che materialemnte deve mettere a punto il sistema, per la quale l’avvio potrebbe slittare di 15 oggi, ovvero al 31 ottobre prossimo.

Di cosa si tratta

Da oggi (o da domenica 31 ottobre) sarà imprementato una proceduro che renderà possibile l’accettazione delle richieste solo per via telematica, niente più carta e la modulistica che valeva per la normativa del 2005 è diventata obsoleta con la attuazione della nuova normativa.

Come funzionerà il sistema

Il richiedente, ovvero produttore o importatore, apre l’ istanza in un’area riservata di ADM. L’organismo di verifica si accerta immediatamente della apertura dell’istanza. Lo stesso organismo carica tutti i dati e gli esiti e protocolla l’istanza. L’Ufficio competente dell’Agenzia, ovvero Apparecchi da Intrattenimento, firma il certificato, esegue il protocollo e invia la pec al richiedente/produttore-importatore.

Alle Direzioni Territoriali dell’ ADM spetta poi il rilascio dei nulla osta.

Quali saranno le tempistiche

Per l’intera procedura potrebbero servire 1 o 2 settimane, per le prime forse 4-5 settimane, considerata la necessità di perfezionare la procedura.