palese agcai
Print Friendly, PDF & Email

“Il governo intervenga. I concessionari dettano nuove regole sostituendosi ad ADM. I gestori costretti a installare solo apparecchi di azzardo” così in una nota Agcai.

“I concessionari ormai si sono sostituiti ad ADM che ormai è come se non esistesse. Infatti ormai aumentano il costo rete quanto vogliono, recedono contratti ai gestori a loro piacimento facendogli dismettere apparecchi a loro piacimento, intralciano l’attività del gestore in ogni modo possibile. Tutto questo ormai sotto gli occhi di ADM. Ma c’è di più. Ultimamente pare che i gestori siani stati allertati dai concessionari: se alcuni loro apparecchi non raggiungono abbastanza coin in, vanno sostituiti pena la loro eleminazione.

In pratica se un gestore possiede apparecchi con software di gioco di intrattenimento che fanno perdere al giocatore 10 euro all’ora, se non vengono soddisfatte le esigenze di performance richieste dal concessionario, dovrà sostituirlo con uno d’azzardo magari di provenienza estera che fa perdere al giocatore almeno il triplo, pena la perdita del titolo autorizzatorio riferibile a quell’apparecchio. In pratica un apparecchio o é d’azzardo vero o deve essere tolto dal mercato.

Il governo intervenga e tolga dalle mani dei concessionari il gioco di intrattenimento e abilità con piccola vincita in quanto ormai le multinazionali impadronitesi dei concessionari italiani stanno portando negli apparecchi da bar solo software di gioco tipici dei casinò. Infatti molti giochi presenti nelle videolottery oggi sono presenti anche nelle slot da bar (awp) da loro gestite e stanno costringendo i gestori a fare altrettanto. Si intervenga subito” conclude Agcai.

Commenta su Facebook