palese agcai
Print Friendly, PDF & Email

“Aiutiamo il Governo e le Regioni ad eliminare il gioco d’azzardo. Il gioco legale che doveva essere caratterizzato, come dice la legge, da apparecchi da intrattenimento e divertimento con piccola vincita in denaro, oggi è diventato vero e proprio gioco d’azzardo” così in una nota Agcai.

“A causa dell’arrivo delle multinazionali dal 2009 sono state autorizzare le videolottery, apparecchi di puro azzardo collocati in innumerevoli mini-casinó aperti nelle nostre cittá. Grazie ai precedenti Governi pro-lobby ed ai vari dirigenti dei monopoli succedutesi nel tempo, si è consentita questa presenza di mini-casinò e sale scommesse con dentro anche le videolottery, creando una diffusione del gioco d’azzardo ed un danno sociale senza precedenti.

Da anni chiediamo la messa al bando delle VLT e la sostituzione delle slot da bar con un apparecchio che segua l’obiettivo della legge, e cioé di essere un apparecchio da intrattenimento e divertimento con piccola vincita in denaro, che non sfoci nell’azzardo ma che viceversa serva da contrasto al gioco d’azzardo ed al gioco illegale.

Col passato Governo siamo stati sempre vicino alle Regioni, organizzando convegni, manifestazioni ed interventi televisivi per allontanare questi pericolosi centri di gioco (come li chiama il vice premier Di Maio) almeno di 500mt dai luoghi sensibili, anche se secondo noi dovrebbero essere messe al bando in quanto le videolottery sono apparecchi pericolosissimi che sono vietati in tutta Europa.

Sempre dal 2009 in poi le multinazionali sono entrate progressivamente anche nel mercato delle slot da bar, trasferendo molti software di gioco delle Videolottery anche nelle slot, facendole diventare estremamente più pericolose, anche se la loro pericolositá equivale ad una decima parte rispetto all’azzardo spregiudicato delle VLT.

Abbiamo manifestato con forza per rivendicare i nostri titoli autorizzatori in quanto i concessionari si stanno appropriando di tali titoli approfittando della loro posizione dominante, con l’obiettivo di portare il gioco d’azzardo dei concessionari anche nei locali pubblici.

Chiediamo che il gioco da intrattenimento e divertimento venga tolto dalle mani dei concessionari. Inoltre chiediamo che le sale con Videolottery siano allontanate non solo 500mt, ma molto di più, addirittura 1000 o 2000 metri, eliminandole dalle città in quanto, come affermato anche dal Presidente di Sistema Gioco Italia Zapponini, se un gioco fa male non va allontanato ma va eliminato!” conclude Agcai.

Commenta su Facebook