A testa alta Matteo, titolare di una sala giochi a Salerno, scrive al senatore Crimi (M5S).

“Mi chiamo Matteo, ho 49 anni e sono titolare di una sala Timecity vlt in Salerno. Vorrei rispondere a quell’onorevole dei cinque stelle che in nome della ludopatia getta fango su un settore che è il più tassato di tutti. Inutile elencare gli aumenti Preu che abbiamo dovuto sostenere negli ultimi anni. Se hanno il coraggio devono dire chiaramente: dovete chiudere, siete il male dell’Italia. In realtà il vero male sono loro, parlano, parlano ma a fine mese i loro sudati dodicimila euro arrivano. Vergognatevi, io come tanti altri lavoro dodici ore al giorno per 365 giorni senza ferie per un onesto stipendio se ci riesco a fine mese, ma di che vogliono parlare i nostri onorevoli? Mi è passata anche la voglia di manifestare, sono stato almeno io due volte a Montecitorio e non si sono degnati neanche di venirci ad ascoltare, erano impegnati, non avevano tempo, però i nostri soldi gli piacciono. Non riesco neanche a scrivere dalla rabbia, ma li vorrei avere davanti per spiegare loro quante famiglie oneste stanno mortificando in nome della ludopatia”.

SE HAI DA DIRE QUALCOSA ANCHE TU, VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA DI LAVORATORE DEL GIOCO LEGALE, INVIA UNA EMAIL A [email protected]

o un messaggio via facebook alla pagina Jamma-Il quotidiano del Gioco

Ricordati di indicare il tuo nome