Buona la prima per Stefano Pioli sulla panchina dell’Inter: almeno così la pensano gli scommettitori. Il nuovo allenatore debutta nel derby, una delle gare più difficili dell’anno, ma la svolta tecnica ha convinto chi punta sulla sfida di domenica sera.

Secondo i dati Microgame Group i nerazzurri hanno raccolto il 42% del gioco nelle scommesse «1X2», pur partendo da sfavoriti, con il «2» piazzato a 2,80. Milan avanti in classifica (+8 per i rossoneri sull’Inter) e nelle quote (il successo di Montella viaggia a 2,65), ma non nelle preferenze degli scommettitori, che si fermano al 24%.

Negli ultimi dieci derby giocati la tendenza è stata sempre per una gara contratta: otto volte è arrivato l’Under, quindi una partita con meno di tre gol complessivi, cinque volte il risultato finale è stato 1-0, per l’una o per l’altra. La prima possibilità è in tabellone a 1,75, mentre sull’1-0 si punta a 7,50 a favore dei rossoneri, si sale a 7,75 per i nerazzurri. L’ultimo confronto è finito 3-0 per il Milan, segnarono Alex (oggi svincolato), poi Bacca e Niang, probabili titolari: una rete del colombiano vale 2,75, quella del francese è piazzata a 3,75.

La Juventus prova ad allungare il passo nell’anticipo di domani: ai bianconeri, numeri alla mano, il turno più facile di giornata, contro il Pescara. La quota sull’«1» di Allegri, a 1,16, è la più bassa di tutto il turno, mentre per gli abruzzesi (reduci da 4 ko di fila) già il pari è quasi un miraggio a 8,00, il blitz allo Stadium vale invece 15 volte la scommessa. Probabile goleada secondo i quotisti che danno a 2,65 almeno 3 reti bianconere.

Per l’allungo, alla Juve servirebbe che l’Atalanta fermasse a Bergamo la Roma: ipotesi non del tutto peregrina a guardare i risultati dei nerazzurri, che hanno vinto le ultime 4 partite di campionato. Vero è che pure la Roma può vantare una gran forma, imbattuta da quasi due mesi, sul tabellone scommesse le quote sono equilibrate: giallorossi avanti a 2,00, si punta a 3,50 sul pari e a 3,75 sulla vittoria dell’Atalanta.

Gioca d’anticipo anche il Napoli, domani in trasferta contro l’Udinese: gli azzurri provano a sfatare un tabù che dura da quasi 10 anni. L’ultimo successo al Friuli è del 2007, il «2» nel match di domani vale 1,85, contro il 3,40 sul pareggio e il 4,45 per la vittoria bianconera.

Commenta su Facebook