Il britannico favorito a 2,50 nella gara che l’anno scorso gli diede il titolo, ma l’attuale leader è vicino, a 2,75 – Distanziatissime le Red Bull e le Ferrari: Ricciardo e Verstappen sono a 10, Vettel a 12, Raikkonen a 20

Duello sul filo – L’anno scorso ad Austin, grazie a un errore di Rosberg, conquistò gara e titolo. Quest’anno Lewis Hamilton arriva al Gp degli Usa da inseguitore: a quattro gare dal termine è a 33 punti di distanza dal suo compagno di squadra nella classifica piloti. Per i quotisti Snai, in Texas può cominciare la rimonta del britannico, favorito a 2,50 nelle scommesse sulla gara. Rosberg è apparso più in palla nell’ultimo periodo, ma dopo quattro vittorie negli ultimi cinque Gran Premi può permettersi il lusso di una gara di “amministrazione”: forse per questo il tedesco è leggermente sfavorito, a 2,75, rispetto a Hamilton. La sfida in casa Mercedes, però, si gioca alla pari nelle scommesse sulle qualifiche, dove sia Rosberg che Hamilton sono piazzati a 2,15.

Dietro le Mercedes il vuoto – Difficile che nella lotta mondiale possano arrivare elementi di disturbo dalle retrovie. Le due Red Bull, le sole a interrompere il dominio delle Frecce d’Argento in questa stagione, sono quotate 10, valore condiviso da Daniel Ricciardo e Max Verstappen. La Ferrari – senza podi dal Gran Premio di Monza – ancora una volta insegue la scuderia anglo-austriaca. Sebastian Vettel, a 12, è a un passo dai suoi rivali, Kimi Raikkonen è già a 20 volte la scommessa.

Ferrari-Red Bull, sfida alla pari – Con le Mercedes imprendibili, non resta che puntare sulla gara degli altri: Ricciardo, Verstappen, Vettel e Raikkonen sono raggruppati nella stessa scommessa “di gruppo”, un testa a testa su chi si piazzerà meglio nel Gp. In questo caso il tedesco della Ferrari se la gioca ad armi pari con gli uomini della Red Bull, per tutti e tre la proposta è 2,70, mentre Kimi Raikkonen è quotato 5,50. Scommesse aperte anche sul piazzamento a podio: Ricciardo a 2,10, Verstappen a 2,60 e Vettel a 2,40.

Commenta su Facebook