Poco più di un anno fa, era il 5 dicembre del 2015, la sconfitta in casa con il Bournemouth sancì la crisi definitiva del Chelsea di Mourinho.

La situazione è molto diversa oggi, a tre giorni dal Boxing Day di Premier League: i Blues griffati Conte, di nuovo in attesa dei “Cherries”, sono saldamente in testa alla classifica e strappano consensi netti nelle scommesse Microgame Group sull’«1X2»: allo Stamford Bridge la vittoria si gioca a 1,37, esito che ha raccolto il 75% delle giocate. Sarebbe la dodicesima vittoria di fila per il Chelsea, lanciato verso il nuovo primato di vittorie consecutive (14, che appartiene all’Arsenal): la possibilità che la serie si interrompa vale 4,75 nel caso del pareggio (scelto nel 15% dei casi), mentre il «2» è dato a 8,25 (10%). La difesa dei Blues è imbattuta da tre partite consecutive e un’altra partita con la porta inviolata si gioca a 2,03 (scommessa «segna goal squadra ospite – no»).

Sei punti più indietro, intanto, il Liverpool continua la caccia alla squadra di Conte e nel duello a distanza fa meglio sia nelle quote che nelle scelte degli scommettitori. Nel posticipo in programma martedì 27, i Reds aspettano lo Stoke, battuto in cinque delle sei occasioni più recenti in campionato. Un’altra vittoria è data a 1,30 e sull’«1» è andato il consenso quasi unanime di chi ha puntato sulla partita, visto il 99% delle preferenze. I “Potters” non hanno mai vinto ad Anfield Road nelle sfide di Premier, un’impresa che stavolta pagherebbe 9,00, con il pareggio a 5,50. Klopp e i suoi hanno la media gol per partita (fatti e subiti) più alta di tutto il campionato (3,59), abbastanza per credere nell’Over, dato a 1,50.

Un’altra squadra è riuscita a conquistare la quasi totalità delle giocate (pure in questo caso il 99%), anche senza fattore campo a favore. La trasferta del Manchester City in casa dell’Hull parte con le migliori previsioni per i Citizens, che dopo la vittoria sull’Arsenal volano a 1,35. È un momento no per i Tigers (ultimi in classifica), a secco di vittorie da sei giornate: riuscirci contro Guardiola sarebbe un colpo a 7,75, il segno «X» è invece a 5,25. Si sono chiusi tutti in Goal gli ultimi tre scontri diretti: un’altra partita con entrambe le squadre a segno è data a 1,75.

Molto più duro il compito del Leicester, sul quale però quotisti e scommettitori si spaccano: da fine ottobre Ranieri e i suoi hanno vinto in sole due occasioni, ma anche l’Everton ha lo stesso magro bottino (in questo caso però a partire da settembre): sul tabellone Microgame regna l’equilibrio, con una leggera preferenza per i Foxes che, a 2,45, avranno dalla loro anche il pubblico di casa. Per i Toffees si arriva a 2,85, il pari è a 3,30. Il conto delle giocate, però, è tutto a favore della squadra di Ranieri, forse sulla scia delle due vittorie ottenute lo scorso anno contro l’Everton: un altro successo è possibile per il 76% degli scommettitori, mentre solo il 10% ha scelto il «2».

Commenta su Facebook