(Jamma) Per il 2017 Fitch Ratings rivede l’outlook per le società europee di gioco d’azzardo che passa così da stabile a negativo. Si tratta di una conseguenza dell’onda di interventi normativi e delle scelte di carattere fiscale fatte dai vari Stati negli ultimi mesi. Cio nonostante la concorrenza resterà agguerrita, tale da guidare verso un successivo consolidamento.

Le recenti iniziative di regolamentazione non vanno comunque sottovalutate e potrebbero avere un impatto positivo ia partire dal 2018.

Un flusso costante di riforme ha eroso la redditività e i margini di guadagno delle imprese di settore nel corso degli ultimi due anni. Nel Regno Unito queste includono una nuova tassa sul consumo e imposte più alte sulle macchine da gioco. Ma una pausanel ritmo delle riforme nei prossimi 12 mesi potrebbe far sì che margini e flussi di cassa restino relativamente stabili per tutto il 2017.

I profili di credito, secondo gli analisti, non dovrebbero deteriorarsi anche se le imprese potrebbero registrare una limitazione della leva finanziaria limitata, soprattutto nel caso di quelli ‘storici’ con un ampio numero di negozi livello di debito alto rispetto a chi opera unicamente sull’online.
La liberalizzazione in alcuni mercati
va ad aggiungersi ad un alto livello di concorrenza. Questo significa che la spesa per programmi di marketing e di fidelizzazione e contenuti digitali resterà alta in quanto le aziende cercano di attirare nuovi clienti e di difendere la propria quota di mercato.

Le recenti decisioni in materia fiscale e le iniziative normative nel corso del 2017 saranno un ulteriore fattore chiave sulle aspettative per il settore a lungo termine . I principali eventi includeranno una revisione triennale delle regole per le gaming machines nel Regno Unito , che rischia di arrivare solo nella seconda metà dell’anno. In Italia, il rinnovo delle licenze di gioco, sempre secondo gli analisti, determineranno ulteriori aumenti in termini di spese e di costi per gli operatori del settore.

Commenta su Facebook