(Jamma) – “Si è spesso accusati di opporsi sempre e comunque, per “partito preso”,
di criticare “a prescindere” e di adoperarsi solo per essere contro – ha dichiarato Gianni Pagliaro, portavoce di MBC -. E, di conseguenza, si è additati come privi di idee e incapaci di proporre qualcosa. “Mondragone. Bene Comune” fin dall’inizio – ha sottolineato Pagliaro – ha cercato di affiancare sistematicamente alle critiche costruttive, proposte concrete e fattibili.

Ma, purtroppo, senza alcun riscontro. Faccio, a tal proposito, un accorato appello al Consigliere Piazza affinché proponga al Consiglio comunale di Mondragone, senza ulteriori
indugi, il regolamento comunale sulle sale da gioco. Regolamento messo a punto dal nostro movimento e consegnato al Consigliere Piazza, che aderì immediatamente alla nostra proposta. Il gioco patologico è un fenomeno in continua crescita nella nostra città e non va sottovalutato – ha continuato Pagliaro -. Non possiamo aspettare i tempi del Governo e della Conferenza Unificata, che stanno lavorando sulle linee guida riguardanti le caratteristiche dei punti di vendita ove si svolge il gioco pubblico e la loro ricollocazione territoriale. Come hanno fatto tanti altri comuni, regolamentiamo subito le sale da gioco, stabiliamo limiti, procedure e regole e cerchiamo di mettere in campo un progetto di contrasto ad un fenomeno che coinvolge tanti nostri concittadini.

Il Movimento nazionale “AVVISO PUBBLICO” sta cercando da tempo di sensibilizzare e supportare i comuni sul tema della ludopatia, fortemente intrecciato con la lotta alla criminalità e per la legalità. Caro Consigliere Piazza, mettiamo il Consiglio comunale e la Giunta di fronte alle proprie responsabilità. Anche un diniego è utile, fa chiarezza. Fa capire che c’è chi altrove agisce propagandando la legalità e la lotta alle camorre e a Mondragone
resta invece inerte”.

Commenta su Facebook