(Jamma) – “Credo che riusciremo a raggiungere un accordo in Conferenza Unificata, sono fiducioso. Durante l’ultimo incontro il clima è stato propositivo, ci si sta rendendo conto che non c’è più tempo da perdere, bisogna stilare un piano comune per dare certezza alle imprese”. Così il sottosegretario all’Economia con delegai ai giochi, Pier Paolo Baretta, in occasione della sua visita alla fiera Enada Roma. “Puntiamo a ridurre del 30% gli apparecchi entro il 2017, intervenendo prima di tutto in bar e tabacchi. Poi troveremo un accordo con gli enti locali sulla questione della certificazione dei punti di gioco di tipo A e B”. Argomento, questo, su cui il sottosegretario si è anche soffermato a parlare con gli operatori presenti. “L’obiettivo è quello di puntare su una doppia riduzione, sia dal punto di vista dei luoghi che delle macchine. Per quel che riguarda le imposte dei giochi con la nuova stabilità non faremo interventi fiscali. Ci sono le gare, quella del gioco è un’industria che può contribuire anche in altro modo” ha concluso Baretta.

 

barettagioca
Il sottosegretario Baretta mentre si cimenta in un gioco 3D

 

Commenta su Facebook