(Jamma) – Secondo il report della Gambling Commission britannica tra aprile 2015 e marzo 2016 il gioco via internet nel Paese ha raccolto 5,3 miliardi di euro, ovvero il 33% del totale di quanto puntato, pari a 16 miliardi di euro, un dato in crescita del 20,8% rispetto al precedente anno fiscale. 

Per il gioco fisico, la National Lottery ha registrato ricavi per 4 miliardi, i betting shop per 3,9 miliardi e i casinò per altri 1,2 miliardi. Il gioco online vede invece in prima linea i casinò games con 3 miliardi di euro, di cui 2,1 miliardi dalle slot. Le scommesse online hanno impattato per 1,9 miliardi, betting exchange e bingo per circa 200 milioni a testa e i concorsi a totalizzatore per ulteriori 30 milioni.

Il boom del gioco nel Regno Unito si riflette anche nelle cause più nobili: la Lotteria Nazionale ha infatti destinato 2,1 miliardi di euro alle good causes, un dato migliorato del 7,2% sull’anno precedente. La Gambling Commission rivela inoltre che il numero di giocatori che richiedono l’auto-esclusione è salito grazie alle nuove misure di tutela dei consumatori, arrivando a quota 611.531 unità.

“Le nostre statistiche mostrano che con la crescita del gioco online l’industria sta sempre più assumendo un approccio creativo per utilizzare la tecnologia al fine di coinvolgere i consumatori”, ha detto il direttore del programma UKGC James Green. “Con la crescita del settore online gli operatori dovranno anche dimostrare che stanno prendendo un approccio altrettanto innovativo per garantire che il gioco d’azzardo sia sicuro per tutti i consumatori via internet”.

Commenta su Facebook