(Jamma) – L’immediato intervento dei carabinieri della locale stazione e del radiomobile di Verona ha permesso di coglierli in flagranza: un uomo di 48 anni, coperto con passamontagna, stava facendo il palo nascondendosi dietro una siepe, mentre il complice di 46 anni era all’interno, aveva scassinato tre slot machine ed aveva già raccolto nel suo zaino circa 2000 euro in monete. Era entrato dalla finestra, sempre grazie alla serie di cacciaviti e piedi di porco che aveva con sé.

Entrambi serbi, sono stati arrestati per furto aggravato in concorso. Il giorno seguente gli arresti sono stati convalidati.

Commenta su Facebook