(Jamma) – La Divisione polizia amministrativa e sociale della Polizia di Stato di Vercelli nell’anno 2016 ha visto un forte incremento dell’attività lavorativa e di controllo in riferimento a tutti i settori della polizia amministrativa. In merito al controllo del gioco e delle scommesse si segnalano le attività svolte, dalla sezione attività di controllo, nell’arco di tutto l’anno. 

Nel mese di Febbraio, in località Borgosesia, veniva posto sotto sequestro un esercizio commerciale ed indagato il titolare per la raccolta di pronostici sportivi, in difetto di autorizzazione del Questore: in aggiunta si appurava che l’attività veniva svolta mediante un allibratore estero privo di concessione governativa. Nel mese di novembre, nel comune di Quarona, si accertava la presenza di una «casa da gioco», dedita alla realizzazione di tornei di Poker nella variante Texas Hold’em con premi in denaro. La c.d. «casa da gioco» era situata all’interno di un circolo privato. L’attività svolta portava al sequestro di numeroso materiale (tavoli professionali per il gioco del Poker, carte da gioco, fiches ecc.) ed il presidente di detto circolo veniva indagato per esercizio del gioco d’azzardo: il circolo privato veniva inoltre sanzionato per numerose violazioni amministrative. Ancora in materia di controllo del gioco si segnalano le attività svolte nel mese di dicembre che portavano tra le altre ad una «maxi» sanzione, pari ad euro 32.500, nei confronti di un singolo esercizio, sito nel Comune di Caresanablot, per l’omesso rispetto degli orari di esercizio degli apparecchi di gioco. La Sezione Attività di controllo nel corso del 2016 procedeva, inoltre, al sequestro di 10 personal computer installati in esercizi pubblici e che consentivano alla clientela di consultare siti di gioco on line.

Commenta su Facebook