(Jamma) – “La lotta al gioco d’azzardo patologico (GAP) vede in questi giorni a Fano una svolta molto importante. Iniziata nel Dicembre 2014 con l’approvazione in Consiglio Comunale della mozione “Prevenzione, contrasto e riduzione del rischio del gioco d’azzardo patologico”, frutto del lavoro congiunto tra il gruppo consiliare del Partito Democratico e i Giovani Democratici di Fano, ha poi proseguito il suo iter all’interno degli organi comunali durante tutto il 2016” scrive in una nota Attilio Montanari (Segretario Giovani Democratici Fano).

“Già a Maggio la Giunta, a seguito della promozione di campagne di sensibilizzazione sul tema da parte di varie associazioni del territorio insieme alla nostra organizzazione giovanile, ha deliberato l’adesione da parte del Sindaco Massimo Seri al Manifesto dei Sindaci per la Legalità contro il Gioco d’Azzardo. Un documento, sottoscritto già da più di 150 comuni in tutta Italia, che sancisce ufficialmente l’ingresso della città di Fano in un circuito ampio e condiviso di azioni concrete volte al contrasto di uno dei fenomeni più diffusi e drammatici dei nostri giorni. Inoltre già dall’Aprile di quest’anno, grazie al lavoro congiunto dell’assessore Carla Cecchetelli con la I commissione consiliare presieduta dalla consigliera di maggioranza Sara Cucchiarini, era iniziata la stesura di un nuovo regolamento sia per le attività di “sala gioco” che per l’uso di apparecchi da gioco negli esercizi autorizzati con l’obiettivo di incentivare la dismissione delle slot machine, ampiamente presenti nel nostro territorio.

Sin da subito – prosegue Montanari – l’iniziativa ha riscontrato un buon successo tra gli esercenti, tanto da vedere la partecipazione al progetto di alcuni di essi ancor prima della sua definitiva approvazione, avvenuta dopo qualche mese di discussione e di verifiche da parte degli uffici tecnici, lo scorso 22 Dicembre. In questa data la Giunta ha deliberato definitivamente il nuovo regolamento che introduce degli sgravi fiscali significativi per tutte le attività che rinunceranno ad accogliere nei propri locali le macchinette (leggi qui). Questo percorso da noi condiviso e fortemente voluto assieme a tante altre realtà attive in città dimostra come Fano sia oggi attenta al mondo del sociale nei suoi vari aspetti. Gli anni di forte crisi che viviamo hanno senza dubbio indebolito il settore del sociale, causando spesso un senso di abbandono e di solitudine per tanti soggetti e per numerose famiglie in difficoltà.

Questo ha portato – aggiunge Montanari – ad un aumento allarmante del rifugio nel gioco d’azzardo quale unica speranza di sopravvivenza: 15 milioni i giocatori abituali, di cui ben 3 milioni a rischio patologico e circa 800.000 già dipendenti di questa cattiva pratica. Alla luce di ciò i Giovani Democratici di Fano ritengono molto importanti le azioni messe in campo dall’amministrazione fanese. Chiediamo ora che venga monitorata nel tempo l’efficacia ed il seguito di questa iniziativa e che vengano promosse nel corso del prossimo anno nuove iniziative amministrative come quella, già in discussione, di formulare un nuovo regolamento sui permessi pubblicitari negli spazi e nei mezzi pubblici, che dovrà restringere le possibilità di spot per tutte le forme di incentivo verso il gioco d’azzardo, soprattutto in prossimità di luoghi sensibili frequentati dalle fasce più giovani” conclude Montanari.

Commenta su Facebook