(Jamma) – Sul tema “Gioco D’Azzardo Patologico – GAP, dalla Neurobiologia sperimentale alla clinica”, si è svolto, nell’Aula magna A Campus Universitario “S. Venuta” dell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro, un evento formativo organizzato dall’Istituto di Neuroscienze del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Cagliari, dal Dipartimento di Scienze della Salute dell’Università Magna Graecia e dall’ASP di Catanzaro- SerD di Lamezia Terme.

La giornata di lavoro ha visto la partecipazione di tutti gli operatori della Regione Calabria (pubblici, privato sociale, volontariato,ecc.) che sono impegnati quotidianamente nell’arginare la diffusione di questa grave patologia che ha dei riflessi importanti oltre che nella sfera di salute anche in quella sociale della persona affetta da gambling (gioco d’azzardo). Si sono avvicendati, come relatori, illustri personalità di caratura nazionale che hanno affrontato tutti gli aspetti (da quello neurobiologico, genetico, epigenetico, epidemiologico, farmacologico ecc.), che caratterizzano questa condizione.

Questa giornata formativa ha raggiunto pienamente uno dei traguardi che il gruppo di lavoro sul GAP dell’ASP di Catanzaro, costituito dai referenti dei SerD di Lamezia, Catanzaro e Soverato, aveva fissato nella predisposizione del piano formativo-operativo delineato per l’anno 2016.

Commenta su Facebook