(Jamma) – ‘Mettiamoci in gioco’, la Campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo, ritiene che “alcune proposte del governo meritino un vivo apprezzamento, soprattutto quelle sulla riduzione delle slot machine e della loro tendenziale eliminazione dagli esercizi generalisti secondari” ma “allo stato attuale desta invece perplessità, stante l’estrema indeterminatezza dei criteri enunciati e l’assenza di un documento ufficiale, l’ipotesi di distinguere tra esercizi di classe A (sottratti alle prescrizioni previste dai provvedimenti regionali e locali) ed esercizi di classe B. Appare infatti essenziale chiarire con estrema precisione quali siano i requisiti richiesti per la classe A”.

Lo rende noto la stessa associazione a poche ore dalla prossima Conferenza Unificata tra governo ed enti locali sul riordino del settore. “Appare altresì essenziale che in sede di intesa sulle linee guida il governo assuma un preciso impegno in merito al sollecito recepimento delle misure di contrasto della criminalità organizzata elaborate dalla commissione Antimafia (introduzione di una card, misure sulla tracciabilità, controlli sui comportamenti illeciti) – prosegue la campagna ‘Mettiamoci in gioco’ -; analogo impegno dovrebbe essere assunto anche con riguardo all’approvazione delle proposte di legge sul divieto assoluto di pubblicità, da tempo presentate in Parlamento”.

Commenta su Facebook