(Jamma) – Agcai annuncia la prossima importante riunione che si svolgerà a Roma mercoledì 5 ottobre alle 18.30 presso l’Hotel Centro Congressi Salesianum, in Via Della Pisana 1111, nei pressi della fiera.

 

“In tale riunione verranno decise e rafforzate le iniziative dei gestori per bloccare le sale-VLT e l’apertura di nuove sale addirittura nei pressi dei luoghi sensibili. La Conferenza Unificata e la prossima Legge di Stabilità sono infatti alle porte e tanti gestori non hanno intenzione di stare a guardare attendendo che qualcuno continui a rovinare i giocatori e ad appropriarsi dell’intero settore. Agcai intensificherà enormemente il suo operato e non si fermerà finché non si capirà che in questo modo si vanno a danneggiare i giocatori e a far chiudere migliaia di aziende italiane.

 

Il Governo – spiega Agcai – vuole relegare i giocatori nelle pericolose e buie sale dedicate (dette mini-casinò, dove sono presenti slot da casinò dette VLT che accettano anche banconote ed hanno un costo di 10 € per partita!). Ridurre o eliminare le AWP dai bar significa fare un gran regalo alle lobby internazionali che strapperebbero l’intero mercato delle AWP da bar a 5000 imprese italiane operanti nel settore. La difesa degli interessi dei giocatori e la lotta alla ludopatia sono solo un grande paravento.

 

Tutti ormai sanno quanto siano pericolose le sale da gioco. Agcai ha proposto soluzioni tecniche concrete per prevenire e distruggere la ludopatia riducendo la perdita conseguibile dai giocatori ma purtroppo queste non corrispondono con le intenzioni del Governo, delle multinazionali e da ultimo neanche delle Regioni. Se le Regioni firmeranno l’intesa in sede di Conferenza vorrà dire che sono complici di questo progetto del Governo.

 

Il gestore – prosegue Agcai – è l’unica figura attenta ai giocatori perché è presente sul territorio e ne vive quotidianamente i drammi, per questo motivo è sensibile alla tutela del giocatore e propone di sostituire gli apparecchi con un apparecchio dove sia tecnicamente impossibile perdere grosse somme, nemmeno se in preda a compulsività. Siamo tutti d’accordo che l’offerta sia eccessiva e che il numero di AWP nei locali pubblici sia da ridurre, così come sia da ridurre il numero delle sale fioccate ad ogni angolo in ogni paese.

 

Quel che non è ammissibile è che le AWP da bar siano completamente eliminate dai locali pubblici per essere in realtà spostate nelle sale. Le sale potrebbero addirittura aumentare e sarebbero autorizzate nuove lussuose sale certificate di tipo A nei pressi dei luoghi sensibili come scuole, chiese etc. Il vero scandalo è quello di favorire le sale e di permettere che ne nascano altre. Non è possibile mischiare le AWP da bar con le VLT da casinò presenti nelle sale. Le AWP da bar servono proprio per prevenire il gioco d’azzardo più pericoloso ed evitare che giocatore si riversi nelle sale, o giochi on-line o al gioco illegale, dove si può perdere molto di più in minor tempo. Le AWP servirebbero alle sale per attirare i giocatori che poi inizierebbero pian piano a giocare anche alle più pericolose VLT.

 

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il Ministro Pier Carlo Padoan, il Sottosegretario Pier Paolo Baretta, l’Assessore di Milano Viviana Beccalossi, il Senatore Franco Mirabelli, il Presidente dell’Ass. La Sentinella Luigi Nevola e tutti coloro che appoggiano pubblicamente questo progetto in realtà conoscono benissimo le sale-VLT, sanno cosa succede in questi ambienti scuri, senza luce e spesso centro della malavita, sanno cosa succede in questi luoghi aperti anche di notte e sanno benissimo che il giocatore può perderci molto di più in minor tempo” conclude Agcai.

Commenta su Facebook