(Jamma) Lo stanziamento di 28,6 milioni di euro ‘a titolo di ristoro’ al Casinò di Saint Vincent “non è un trasferimento, non significa dare dei soldi, ma è una semplice restituzione del fondo di cassa che c’era nella società di gestione al momento in cui sono iniziati i lavori”. Lo ha ribadito oggi il presidente della Regione rispondendo alle domande dei giornalisti, durante la consueta conferenza stampa dalla Giunta, a proposito dell’articolo 19 del disegno di legge finanziaria.
Rollandin ha oggi partecipato a una riunione di maggioranza in cui “sono stati forniti dei ragguagli” per “far capire qual è la logica”. “Il discorso è aperto”, ha ancora precisato il
presidente della Regione. Sull’ipotesi di uno stralcio della parte di finanziaria che prevede il finanziamento alla casa da gioco, Rollandin ha detto: “Noi abbiamo spiegato l’operazione,
il resto è nelle mani delle forze politiche, ma bisogna essere consapevoli delle conseguenze: se il Casinò non ha i soldi dovrà continuare ad esporsi con le banche”. Secondo il presidente
della Regione i 28,6 milioni di euro “non risolvono comunque il problema, ma sono una possibilità di respirare rispetto all’attuale situazione”. Uno stanziamento “propedeutico a
un’eventuale privatizzazione”.

Commenta su Facebook